…di ritorno dal Sauris Guitar Camp 2016

Anche quest’anno il Sauris Guitar Camp è terminato e anche quest’anno è migliorato rispetto all’anno precedente!

È stata una grande edizione quella del 2016! In particolare abbiamo avuto:

  • ben 13 iscritti (provenienti anche da Veneto e Lombardia… grazie per la fiducia!!!)
  • 14,5 ore di corso (1,5 su storia del blues, 7 su chitarra ritmica blues e 6 su chitarra solista blues)
  • 3 accompagnatrici (toste!)
  • un’impeccabile organizzatrice (grazie Nat!)
  • una fenomenale guida forestale (grazie Francesca!) a nostra disposizione per tutto il sabato e la mattina della domenica
  • una passeggiata notturna nel bosco con le lanterne
  • l’immancabile visita al birrificio con libera degustazione direttamente dai tank (grazie Zahre Beer!)
  • la degustazione dei prodotti Wolf
  • il prezioso supporto dell’albergo Morgenleit (grazie Loris, Susanna, Valeria, Diego e Eliana!)
  • il tutto impreziosito dall’immancabile, eccellente ed apprezzatissima cucina di Alessia (grazie Alessia e Marco!)

La formula del Camp funziona, funziona molto bene e ho già tante, tante idee su come farlo evolvere… idee che per ora sono top secret!

Quello che mi stupisce del Camp è la sua particolarità di essere una calamita capace di attirare allievi che sono prima di tutto splendide persone! A loro il mio più grande ringraziamento per la fiducia e per la partecipazione; se il Camp funziona così bene è anche perché ci sono loro. Grazie!

Al prossimo anno!!!

Potrebbero interessarti anche...

15 Risposte

  1. Luca Driutti Luca Driutti ha detto:

    Il maestro Gregorutti trasuda musica da ogni poro e questo si sente tantissimo nelle sue lezioni sempre appassionate e coinvolgenti. Se non sei un musicista con esperienza riesci a recepire bene forse la metà della valanga di materiale proposto ma comunque il messaggio ti resta e soprattutto ti resta la voglia di provare e approfondire.

  2. Lorenzo Tagliapietra Lorenzo Tagliapietra ha detto:

    Quando stavo partendo da Como per affrontare 6 ore di auto pensavo tra me e me: “Speriamo ne valga la pena!”. Ora lo rifarei anche il prossimo weekend! Christian ha messo a disposizione materiale per prepararsi adeguatamente al Camp con tre mesi di anticipo, rispondendo ai risultati dei test quasi in tempo reale e chiarendo ogni dubbio! Il corso era scandito da tempi ben precisi e nessun minuto è stato sprecato, con Christian che gestiva i vari livelli dei partecipanti con maestria! Argomenti molto interessanti e supportati da materiale veramente chiaro ed esaustivo, sul quale ci si può lavorare per tutto l’anno!
    Location stupenda a contatto con la natura e cucina eccezionale! Mi prenoto per il prossimo anno!

  3. Mirco Delnegro Mirco Delnegro ha detto:

    Posto fantastico, ottima cucina, splendida compagnia. L’argomento del Camp è stato trattato in maniera completa e ordinata, pur senza scendere eccessivamente negli aspetti teorici. Dopo questa esperienza mi sento senz’altro arricchito. Grazie a Christian e a tutta l’organizzazione del Camp. Alla prossima!

  4. Marco Bon Marco Bon ha detto:

    Esperienza trascinante e coinvolgente sotto ogni punto di vista. Terza esperienza al Camp ed ennesima grande soddisfazione. Lezioni ben strutturate e adatte ad ogni livello di preparazione. Insegnante come sempre disponibile ed impeccabile.
    Location fantastica ed accogliente che presuppone una settimana di dieta sia prima che dopo…
    Mi prenoto già per il prossimo anno!

  5. Marco Cavallari ha detto:

    Esperienza assolutamente da ripetere! Sono partito da Milano per partecipare al Camp ma non avrei mai immaginato di trovare un organizzazione di questo tipo! Tante ore di musica con molti spunti di studio adatto a tutti i livelli ( complimenti al maestro per professionalità, preparazione e capacità di coinvolgimento!), ottima cucina è tempo libero organizzato alla perfezione. Se rimangono dei posti liberi per l’anno prossimo mi prenoto anch’io!!

  6. Paolo Dorigo Paolo Dorigo ha detto:

    Che dire? Forse basta “ci sarò anche l’anno prossimo!” Sarebbe la 4a esperienza…4a sicuramente giusta o perfetta chiaramente. Non minore che, a maggior ragione quando si parla di SGC, non esiste”. Se c’è la voglia di ripetere un’esperienza significa che è gratificante. Giornate intense in una accogliente location tra musica, amici vecchi e nuovi, ottima cucina. Mi porto sempre a casa qualcosa in più da punto di vista musicale….e anche dal punto di vista del peso!! Ma se i chili se ne andranno gli amici e il ricordo delle belle giornate no. Forse al decimo camp avrò capito meglio certi meccanismi musicali ancora misteriosi ma finchè non saranno introdotti esami di ammissione sarà bello intrufolarsi nella comitiva. Che dire del maestro? Un personaggio interessante , con una rara passione musicale, vera, che tenta di trasmettere con infinita pazienza, fatica, entusiasmo e grande competenza a tutti……anche ad un asino come me. Unici lati negativi la scelta delle camicie e la capigliatura sbarazzina………………..Grazie a tutti per il bel fine settimana.

  7. Armando Frangipane Armando Frangipane ha detto:

    Avevo dei dubbi sulla mia preparazione musicale teorica ma devo dire che Cristian “IL MAESTRO” è stato veramente paziente e premuroso di consigli. Era la prima volta che partecipavo ad una esperienza simile ed in auto mentre mi recavo a Sauris pensavo ma dove sto andando alla mia età e con mia moglie.
    Poi un simpatico borgo di montagna un ottimo albergo e che cucina, penso ancora alla “panna cotta con i frutti di bosco caldi”.
    Ma quello che mi è piaciuto di più è stato il corso di blues ben diretto ed organizzato a tutti i livelli, infatti non pensavo che sarei intervenuto così spesso nelle lezioni. Davvero fantastico ho imparato tante cose che adesso posso sviluppare con calma.
    Li eravamo ben 13 ed ho conosciuto altri chitarristi come me veramente simpatici, perché non basta fare il corso ma è bello stare tutti insieme.
    Da parte di mia moglie che mi ha accompagnato una bella sorpresa condivisa con le altre accompagnatrici, con percorsi fatti in montagna anche impegnativi con una guida davvero brava ed affidabile.

    E per il prossimo anno……………. Ci sarò sicuramente !!!!!!!!!!!

  8. Gilberto Bulfoni Gilberto Bulfoni ha detto:

    Peccato non aver partecipato ai primi due camp; esperienza bella e da ripetersi assolutamente, anche se dopo un po’ sono andato in tilt a forza di materiale, adesso ne ho davvero da studiare per un anno almeno. Grazie a Christian, sempre brillante e preparatissimo, allo staff e ai chitarristi partecipanti che si sono rivelati come mi aspettavo delle splendide persone appassionate di musica e tutto quello che ci ruota intorno; ah sì non dimentichiamo le accompagnatrici, grazie anche a loro.

  9. Agostino Giannino Agostino Giannino ha detto:

    Beh! Leggendo i post precedenti si avverte una gratificazione generale….musica, cibo ed allegria…..
    Che dire, da terrone posso solo certificare e confermare quanto detto…il corso è estremamente bello…..anche se talvolta….da neofita di certi argomenti, ho fatto fatica a star dietro ai miei eccezionali compagni di viaggio….però una cosa è certa…..il MAESTRO…..è un MAESTRO!!!..come pochi ne ho incontrati in vita mia…..ha una grandissima capacità di trasmettere concetti…Da povero 42enne pseudo chitarrista. ..ho cmq è nonostante tutto imparato a suonare qualche pezzo che anni fa era pressoché impensabile, addirittura mi diverto con 4 amici in un gruppetto. Per gli anni avvenire…..certo vorrei esserci anche solo per la compagnia……
    Ah si …..una critica la devo fare……ma il prossimo anno una visita in un mignottificio nooo!! ??? :)……
    Visto che ci siamo…..un saluto a tutti…..

  10. Paolo Menapace Paolo Menapace ha detto:

    Manco solo io? Eccomi….
    Che dire non c’è 2 senza 3, ed era il mio terzo Camp, ed il quarto vien da sè… e così sarà per il prossimo anno…. Una grande esperienza, di amicizia, di complicità, di musicisti, o pseudo-tali come nel mio caso, che si trovano insieme per imparare, divertirsi, stare bene assieme.
    Questo è il Guitar Camp di Sauris, molto intenso come sempre, anzi quest’anno anche più del solito, fin dal venerdì con il ripasso facoltativo che per me è stato un toccasana… in 10 minuti mi ha sistemato 3 giornate di studi serali e dubbi… seguito dalla storia del Blues… interessante e particolare. Sabato pratica, all the day… e che pratica, come sempre materiale in quantità, tantissima pazienza del maestro a spiegarci tutto… grande casino da parte di alcuni di noi di cui ometterò i nomi… unico neo la mancata pausa del pomeriggio che ci ha visto un po’ in difficoltà nel raggiungere il traguardo serale, rallegrato dalla visita al birrificio e dalla passeggiata serale forse un po’ troppo in salita… ma tant’è… ed infine una domenica sui soli blues per lasciarci poi in bellezza con la degustazione dei prodotti Wolf.
    Che dire quindi… un’esperienza incredibile… dal punto di vista culinario e musicale… unico neo la bilancia che non ho ancora avuto il coraggio di affrontare… ma sto andando avanti ad insalatone per recuperare…
    Quindi See You Soon ed avanti con il Guitar Camp….. Grazie Christian veramente di tutto… vorrei dire di esistere… ma forse è un po’ troppo… o forse no…..

  11. Paolo Menapace Paolo Menapace ha detto:

    Ma manca ancora il cocco senior… non posso crederci….

  12. Luca Driutti Luca Driutti ha detto:

    Dimenticavo di dire qualcosa anch’io in merito alla gestione, alla location e a tutto il “turnaround” del corso che è stato semplicemente impeccabile, quest’anno ancor di più grazie alla super organizzatrice che ha curato ogni aspetto non facendoci mai mancare niente !

  13. Andrea Giacomini Andrea Giacomini ha detto:

    Che dire… i miei compagni di battaglia vecchi e nuovi hanno già detto tutto!!! Clima incredibile, location stupenda, mangiare sublime…lezioni incredibili…Chistian oltre che un ottimo chitarrista è un grandissimo Maestro: è inutile dirlo ma ce l’ha nel sangue…l’insegnamento è la sua passione…ti fa capire le cose e rende semplici le cose difficili…( a parte il turn around che era da mezzora che tutti pensavano già alla birra)…Guitar Camp assolutamente da rivivere!!! Christian inizia a pensare argomenti per il prox Camp!

  14. Andrea Giacomini Andrea Giacomini ha detto:

    Parola di cocco!!!

  15. Damiano Toscan ha detto:

    Con gli amici terroni milanesi abbiamo attraversato foreste infestate di animali feroci e superato passi dolomitici che neanche al giro d’italia fanno fare ma devo dire che l’esperienza è stata anche per questo mistica.
    Location bellissima e organizzazione impeccabile la visita alla birreria poi mi ha aperto le porte della percezione.
    Ah giusto abbiamo anche suonato la chitarra….
    Maestro di una chiarezza e preparazione asburgica, non dimentichiamoci che il friuli era Austria fino ad un secolo fa e si nota.
    Sono totalmente soddisfatto esperienza da ripetere il prossimo anno.

Lascia un commento